Un’introduzione alla monetizzazione per fashion blogger

Un’introduzione alla monetizzazione per fashion blogger

L’argomento della monetizzazione del blog può essere scoraggiante sia se hai iniziato a scrivere per hobby, sia se l’obiettivo è generare reddito. Qual è il momento giusto per monetizzare? Con quale compenso? Quale tattica può farti guadagnare il più possibile?

Anche se non possiamo affrontare tutti questi argomenti in un solo articolo, oggi vedremo alcuni modi comuni per monetizzare il tuo sito e alcune basi per iniziare un percorso per ciascuna possibilità di monetizzazione.

Affiliate Marketing

Uno dei modi più comuni per i fashion blogger che si avviano al mondo della monetizzazione è tramite l’affiliate marketing. In qualità di influencer viene naturale inserire link a prodotti che i lettori possono acquistare. Anche se non hai un blog, molti social network (nello specifico Instagram) hanno programmi dedicati che consentono di collocare link ai prodotti che presenti.

Come funziona l’affiliate marketing? Molto semplicemente, una volta approvato come inserzionista, ti viene fornito un link esclusivo da utilizzare per creare dei link a prodotti che fanno parte della rete di affiliazione. Questo link traccia gli acquisti effettuati tramite il link e ti paga una commissione (detta commissione pubblicitaria), solitamente una percentuale delle vendite generate. Più traffico e vendite generi, più soldi potrai guadagnare.

La maggior parte dei rivenditori online offre un programma di affiliazione. Amazon, uno dei più grandi siti di vendita online, dispone di una rete di affiliazione dedicata, ma anche altre aziende gestiscono programmi mediante una rete di affiliazione, ad esempio Commission Junction.

Annunci pubblicitari sul sito

Collocando dei blocchi di annunci sul tuo sito web, hai la possibilità di guadagnare in base al numero di impressioni o clic sugli annunci generati dai visitatori del tuo sito web. Solitamente è necessario ricevere un numero elevato di visitatori su base regolare affinché questo ripaghi gli sforzi, ma una volta superata la fase iniziale può essere una fonte costante di reddito.

Google AdSense è uno dei modi più semplici per iniziare. Basta collocare un pezzo di codice sul proprio sito e Google colloca degli annunci sul tuo sito mediante il codice. Sebbene vi sia la possibilità di creare una blacklist di inserzionisti che non rispettano le tue linee guida, non hai molto controllo su quale contenuto pubblicitario compare.

Puoi anche cercare una rete di annunci di nicchia come MediaVineBlogHer o Federated Media ma devi possedere un sito più affermato e un pubblico più fedele prima di poter essere accettato in queste reti. Tutti questi network tratterranno una certa percentuale di guadagni tra quello che addebitano all’inserzionista e quello che paga il produttore del contenuto, ma le tariffe ti risparmiano la seccatura di organizzare una tua rete proprietaria di annunci finché non sarai diventato un marchio molto grande.

Vendi qualcosa

Sebbene questo sia il modo più complicato per monetizzare il proprio sito, è in realtà il modo migliore per guadagnare. Una volta creato un pubblico, devi avere qualcosa di valido da offrire. Servizi, contenuti esclusivi o prodotti fisici, i blogger hanno costruito imperi mediante la vendita diretta.

Se un prodotto fisico può risultare troppo scoraggiante a primo impatto, considera un servizio online che possa sostituirlo. Le sessioni di styling virtuale, il personal shopper online o i tutorial di bellezza sono servizi che puoi offrire con le stesse risorse necessarie per gestire il tuo blog. È un’occasione per dare voce alla tua creatività e lanciare il tuo brand personale! E i profitti sono tutti tuoi.

Dopo aver conseguito le prime nozioni, ti consigliamo di iniziare a cimentarti con le pratiche di monetizzazione e trovare una strategia in cui ti senti a tuo agio. Anche se hai appena iniziato, puoi trovare soluzioni che ti consentiranno di assaporare il piacere di trasformare il tuo blog in un business.

« »