Perché la voce e il tono di un blog contano

Perché la voce e il tono di un blog contano

Ehi… bada al tono! L’avremo sentito tutti prima o poi! Assolutamente vero, però, il modo in cui parliamo al nostro coniuge o partner potrebbe essere diverso da come parliamo alla suocera.

O al medico. O ad un nipotino, al vicino timido, al contabile ostinato o all’imperscrutabile capo. Il linguaggio ha delle sfumature, così come i rapporti. In questa espressione vi è qualcosa di potente ma vero: il modo in cui comunichiamo è straordinariamente complesso e affascinante. Tutto sta nel trovare il registro giusto, ma anche il tono che sia più fedele possibile a noi stessi.

Lo stesso vale per il tuo blog e per la voce e il tono del tuo brand. Come scegli di parlare al mondo intero del tuo amore, della tua passione, devozione ed esperienza nel settore della moda? Sicuramente il tuo obiettivo è far sì che il pubblico abbia un rapporto esclusivo con te, che ti consideri una fonte affidabile e che tu sia un’oasi di moda e stile nel loro mondo digitale. Metti a proprio agio il pubblico con queste strategie valide e comprovate per trovare ed essere fedele alla tua voce più sincera e reale.

Perché, chi e cosa desideri

Il tono è una decisione ponderata sul linguaggio in base allo scopo, il pubblico e il risultato che si desidera sortire con la narrazione. I fashion blogger dovrebbero rispondere a queste domande prima di iniziare a scrivere qualsiasi post, pubblicare immagini o proporre contenuti al proprio pubblico:

  • Perché scrivo?
  • A chi sto scrivendo?
  • Cosa voglio che i lettori apprendano, comprendano o pensino?

Proprio così. Se sei alla ricerca di coerenza, per ogni post, immagine, tweet, Facebook Live o Instagram Story devi porti queste domande. Se stai cercando di restare fedele a te stesso, devi sapere che il contenuto e il pubblico sono un’accoppiata imprescindibile. La coppia perfetta si affida ad un messaggio coerente, quindi rimugina un po’ su queste domande di base finché non sono ben consolidate nelle tue buone pratiche.

Come lo sai? Rileggi i tuoi ultimi 5-10 messaggi sul brand (alcuni post e messaggi social). Sembra che la stessa persona abbia scritto gli stessi consigli di moda alle stesse persone? Ogni offerta ha lasciato qualcosa di tangibile al pubblico? Sì? Ce l’hai fatta.

Inoltre è importante non confondere la tua voce con la tua narrazione personale, come sostiene la fashion blogger di lungo corso Diana Baros (nota anche come The Budget Babe). “Il tuo pubblico vuole conoscerti come persona reale, quindi quanto più personale riesci ad essere, tanto meglio”, afferma la blogger. “Ma desidera anche qualcosa che rimanga impresso: quindi ricorri ai tuoi aneddoti personali su consigli specifici di moda o stile. Potrai così raccontare la moda dal tuo punto di vista.”

Più pubblico? Ambasciatrice di un brand? Sì, grazie!

Se desideri longevità, significatività, attrattività verso i marchi e condividere il tuo potenziale (chi non lo vuole), poniti anche questi quesiti iniziali:

  • Il mio pubblico cosa desidera condividere, contrassegnare, conservare o consultare in futuro? In che modo il mio contenuto incoraggia queste azioni?
  • In che modo posso rispondere alle domande principali del mio pubblico?
  • Cosa posso scrivere di memorabile? Cosa possono comprendere, assimilare e ricordare?
  • Ho un buon approccio alle informazioni che ho condiviso? Oggi ho fatto la differenza nelle loro vite?

Sebbene alcune di queste domande possano sembrare eccessive o stupide, ti porterà ad una coerenza naturale, e sì, ti conferirà una voce collaudata e fidata! Una voce forte, ben definita, è il ponte tra te e il tuo pubblico e anche i principali marchi. “The Budget Babe” dice, “Le aziende vogliono lavorare con blogger che trasmettono un messaggio positivo, che dia ispirazione e sia edificante”. “Va bene parlare di argomenti importanti, infatti è questo che legherà i tuoi lettori a te. Solo tieni a mente che i lettori e i marchi preferiscono in definitiva un tono generale positivo.”

« »