Influencer Marketing: perché è importante avere un seguito autentico

Influencer Marketing: perché è importante avere un seguito autentico

Sebbene il mondo dell’Influencer Marketing preveda svariate strategie per il successo, alcune di esse sono più scorrette e potenzialmente dannose per il tuo marchio rispetto ad altre. Adesso, ti mostreremo quali strategie e schemi evitare ed esamineremo l’importanza dell’autenticità.

Sebbene l’Influencer Marketing sia destinato a confermarsi un’industria da 2 miliardi di $ nel 2019 e attiri sempre maggiori opportunità e seguaci, uno dei principali problemi a cui è soggetto è rappresentato dalle truffe. Sono stati già scritti molti articoli su quanto sia facile far funzionare un marchio sfruttando follower fasulli. Unilever è stata una delle tante società che, l’anno scorso, ha dichiarato di non voler più lavorare con gli influencer che “comprano” i propri follower.

La pressione che spinge gli influencer a migliorare il proprio profilo Instagram, attirare l’attenzione dei marchi e battere l’algoritmo è spropositata. Non c’è da sorprendersi se molte società hanno deciso di proporre agli utenti un aumento di follower a un costo ridotto.

Abbiamo identificato alcune pratiche fraudolente e abbiamo spiegato perché non sono idonee se si desidera far crescere la propria attività in modo sostenibile. Dal momento che siamo coinvolti in una forma di marketing ritenuta autentica, qualsiasi scorciatoia giudicata scorretta potrebbe avere un impatto negativo sull’intero settore.

Acquisto di follower, like e commenti

Si tratta dell’esempio più ovvio di attività fraudolenta. Un bot è un software automatico che si impegna a seguire un certo hashtag o mettere like in determinati momenti per conto tuo; grazie a queste operazioni, migliaia di follower, like o commenti possono apparire sul tuo account nel giro di pochi minuti.

Perché questo metodo non è efficace

Sebbene questi account possano contribuire ad accrescere la popolarità dei tuoi contenuti, i follower che postano commenti generici quali “Ottimo lavoro!” non sono utili se il tuo obiettivo è interfacciarti con i marchi.

Non puoi fare affidamento su un servizio automatizzato per rappresentare il tuo marchio. Non solo gli errori saranno sempre dietro l’angolo, ma vi è il rischio che un bot posti commenti inappropriati o si colleghi agli account sbagliati. Come risultato, potresti perdere follower e la fiducia del tuo pubblico.

Per questo, è fondamentale rimanere concentrati sul risultato finale piuttosto che sugli introiti finanziari nel breve termine. Per essere efficace, l’Influencer Marketing dovrebbe fare in modo che il tuo pubblico trasformi l’interesse verso i contenuti da te promossi in acquisti. Se l’account non è reale o non è pertinente ai tuoi contenuti, non si tradurrà in un autentico coinvolgimento o in vendite effettive. Inoltre, se un marchio paga per accedere a un seguito autentico che, in realtà, non sei in grado di garantire, stai mettendo in atto un’attività fraudolenta.

Il metodo “follow/unfollow”

Esistono dei bot che seguono account nella speranza che questi ultimi ricambino il favore. Qualche giorno dopo, il bot smette di seguire tali account.

Perché questo metodo non è efficace

Se fai parte di coloro che subiscono tale comportamento, questa pratica può rivelarsi estremamente frustrante e riflettersi negativamente sul tuo marchio. Nessuno vorrebbe che il proprio profilo sia seguito da persone che sono state obbligate a farlo.

Inoltre, esternalizzando questo tipo di servizio, si corre il rischio che il bot segua account inappropriati che non saranno mai interessati ai tuoi contenuti. Molti influencer hanno notato la presenza di account che mettono ripetutamente in atto la tecnica “follow/unfollow”, il che può avere un impatto negativo sulla propria reputazione nel momento in cui si viene scoperti.

Loop di contest

Un gruppo di influencer raccoglie denaro per acquistare un premio e postarlo in un dato giorno. I partecipanti dovranno commentare e seguire tutti gli account coinvolti nel contest per aggiudicarsi la potenziale vittoria.

Perché questo metodo non è efficace

Sebbene questa pratica possa incrementare il successo del proprio account nel breve termine, gran parte dei partecipanti smette di seguire gli account non appena si rende conto di non aver vinto il premio. Se ti soffermi a guardare con attenzione gli account dei partecipanti, questi perdono continuamente follower e sono costretti a postare continui loop di contest per rimanere al passo. Si tratta di un circolo vizioso difficile da gestire.

Claire Bear London ha ammesso di aver distrutto il suo seguito autentico a causa di un recente loop di contest in cambio di un ampio afflusso di follower dal Sud America. Se da una parte questo potrebbe sembrare allettante, se risiedi nel Regno Unito e desideri attirare l’attenzione di marchi inglesi, contare su un numero elevato di follower brasiliani non farà di certo la differenza. Per rendere il tutto ancora più sgradevole, i follower che continuavano a seguire la pagina Claire Bear London erano per lo più account spam e, pertanto, la blogger ha dovuto rimuoverli manualmente.

Questi contest sono spesso sponsorizzati da servizi esterni ed è necessario essere consapevoli dei relativi incentivi alla partecipazione. Il premio verrà davvero assegnato al partecipante più meritevole e dove finirà il denaro extra versato? È molto più utile utilizzare i contest per mantenere il proprio pubblico esistente e confinarli alle storie di Instagram.

Non si tratta di una maratona

Far crescere la propria attività su Instagram in modo efficace e sostenibile è un obiettivo che richiede del tempo. Certo, l’idea di ottenere più denaro e opportunità o persino di avvalersi della tanto bramata funzione “swipe up” potrebbe essere allettante, ma è importante ricordare le proprie motivazioni.

Se vuoi ottenere più opportunità e denaro, sappi che i marchi vorranno vedere i risultati del tuo operato. C’è anche il rischio che le persone inizino a diffidare dell’Influencer Marketing se c’è sempre qualcuno che tenta di ingannare il sistema. Per quanto la costruzione di un pubblico autentico possa richiedere del tempo, è di gran lunga più importante sapere di aver ispirato qualcuno piuttosto che limitarsi a leggere un commento generico quale “Foto top!”.

Come utilizzare gli eventi per far crescere la propria attività di blogging

Ti sei mai chiesto perché i tuoi blogger preferiti sono sempre impegnati in cene raffinate o presentano nuove collezioni sulle storie di Instagram? Negli ultimi dieci anni, abbiamo assistito a un’evoluzione degli eventi che vedono protagonisti i blogger da semplici festicciole all’insegna di cupcake a vacanze su isole da sogno della durata di una settimana. Si tratta di una parte importante dell’ecosistema degli influencer, ma è ancora più importante comprendere perché questi eventi vengono organizzati e come sfruttarli al meglio.

Gli inviti che dovresti aspettarti

I press day e il lancio di nuovi prodotti sono probabilmente gli eventi più rinomati sui social media. Potresti ricevere un invito per vedere una nuova collezione insieme ai giornalisti oppure per partecipare a una colazione più intima per celebrare una nuova fragranza.

Inoltre, ci sono degli eventi specifici per i blogger, organizzati su misura in base ad attività Instagram-friendly come la creazione di composizioni floreali. Generalmente, ciascun esempio fa parte di una campagna di marketing più ampia progettata per farti scrivere un post o condividere foto tra più piattaforme.

Come assicurarsi di essere presenti sulla lista

È importante essere pazienti e realistici e non aspettarsi di imbarcarsi in un viaggio “tutto compreso” fin da subito. Innanzitutto, dovrai concentrarti sulla costruzione di rapporti solidi con il marchio e mostrare un interesse verso i suoi prodotti.

È possibile, per esempio, che tu debba acquistare tali prodotti personalmente, utilizzare eventuali hashtag creati dal marchio e taggare quest’ultimo su Instagram. Se tutto va per il verso giusto, verrai messo direttamente in contatto con il social-media manager del marchio; se invece non succede nulla, vale la pena inviare un messaggio diretto e richiedere un contatto e-mail. Secondo un rapporto di Econsultancy, il 54% dei marchi ricerca gli influencer manualmente, pertanto potresti persino far loro un favore contattandoli per primo.

Nel messaggio iniziale, non dovresti chiedere di essere invitato alla prossima festa in programma, ma piuttosto potresti limitarti a chiedere di essere aggiunto alla press list in modo da essere preso in considerazione per eventi futuri. Ricorda di mettere sempre il destinatario nelle condizioni di rifiutare, di modo che il marchio sia in grado di comprendere se sei un valido candidato e se hai un interesse autentico o meno.

Ce l’hai quasi fatta… Ecco cosa devi fare adesso

Per quanto sia facile farsi distrarre da manicure eleganti e cene offerte, dovrai usare il tuo tempo in modo intelligente. Il tuo obiettivo principale dovrebbe essere mostrare interesse verso il prodotto, metterti in contatto con l’influencer e scoprire opportunità future.  Questo ti consentirà di capire se l’influencer lavora soltanto sulla base di contest o se è interessato a progetti più ampi.

Idealmente, a distanza di 48 ore dal primo contatto, sarebbe opportuno inviare un’e-mail contenente eventuali link a post di social media. Fatti risentire ogni sei/otto settimane per assicurarti che la tua mira non si dimentichi di te.

Per farla breve, gli eventi sono un ottimo modo per trovare la giusta ispirazione, costruire una rete e comprendere il mondo del blogging. Potresti essere contattato direttamente da marchi o da PR, influencer, SEO agency o media agency. Ognuna di queste figure ha obiettivi precisi e, col tempo, scoprirai il giusto approccio da adottare per la creazione di nuove opportunità.

Il segreto è costruire una serie di collegamenti contemporaneamente creando contenuti ai quali sei appassionato. I tuoi follower dovranno essere pertinenti al marchio e la maggior parte di essi si aspetterà che tu sia un sostenitore fedele, anche quando non c’è alcun regalo in palio. Potrebbe volerci del tempo, ma se ti impegnerai a creare contenuti validi e ad attirare un pubblico più o meno ampio, i giusti brand troveranno il modo di contattarti.

« »