I migliori 10 plugin WordPress per blogger

Uno dei vantaggi più significativi di utilizzare WordPress è l’incredibile gamma di opzioni a disposizione in termini di plugin. Hai bisogno di integrare una funzionalità di calendario? Prova un plugin. Applichi sconti e offerte al tuo negozio online? C’è un plugin anche per questo. Ma iniziamo dalle basi, diamo uno sguardo ai 10 plugin più utili per qualsiasi blogger.

I migliori 5 plugin gratuiti per WordPress

Sebbene le versioni gratuite di plugin possano presentare annunci o meno funzionalità rispetto alle versioni premium, restano un modo eccellente per provare il plugin e comprendere quanto è adatto alle tue esigenze. Ecco i plugin più utili (e gratuiti) per blogger.

1. Ninja Forms – Aiuta potenziali collaboratori a contattarti

La maggior parte dei lettori interagirà con i tuoi contenuti e link senza contattarti direttamente, ma è comunque importante avere una pagina dei contatti sul proprio sito. I potenziali collaboratori interessati a lavorare con te hanno bisogno di un modo per mettersi in contatto e un modulo di contatto semplice è la via migliore per soddisfare questa esigenza.

Tuttavia, sei un blogger, non un programmatore, pertanto creare qualcosa di funzionale e, allo stesso tempo, elegante potrebbe non essere un compito semplicissimo. Qui entrano in gioco i plugin per menu di WordPress e gli strumenti di creazione dei moduli di contatto come Ninja Forms. Crea moduli di contatto dettagliati e semplici da utilizzare e il tutto senza dover ricaricare la pagina, operazione che a volte induce gli utenti a rinunciare ai propri intenti di compilare il modulo.

Oltre ad essere gratuito, Ninja Forms è anche una scelta popolare per via delle misure di sicurezza. Il tuo sito sarà protetto dalle spam. Meno tempo impiegato a cancellare email inutili implica più tempo dedicato a creare contenuti e gestire il sito.

2. WooCommerce – La via semplice all’e-commerce

WooCommerce è imprescindibile quando si tratta di integrare funzionalità di e-commerce nel proprio blog. Quasi il 94 percento dei siti di e-commerce WordPress utilizza il plugin WooCommerce, per questo è più che raccomandato.

Creare un e-shop è abbastanza difficile, ma con un pubblico globale, i blogger hanno bisogno di account per i diversi sistemi fiscali e la logistica della spedizione. Piuttosto che perdere tempo a verificare le tue abilità matematiche, installa WooCommerce e lascialo lavorare al posto tuo.

Un altro vantaggio è che WooCommerce è ora integrato in altre piattaforme come Facebook e MailChimp, in modo che i blogger possano comunicare informazioni su vendite o eventi speciali in modo rapido ed efficiente.

3. MailChimp For WordPress – Le newsletter in tutta facilità

Gestire le newsletter può essere un po’ impegnativo per i blogger alle prime armi. Una cosa è accumulare lettori e farli iscrivere agli aggiornamenti regolari, tutt’altra storia è creare diversi elenchi di indirizzi sulla base degli argomenti o dell’area geografica.

La scelta ovvia – e sorprendentemente anche economica – è MailChimp. Questo plugin è già utilizzato da milioni di siti WordPress ed è un ottimo supporto per restare connessi con i propri lettori.

4. Smush Image Compression and Optimization – Migliora la velocità delle pagine e la tua esperienza utente

Un altro aspetto importante da tenere a mente quando si lavora al proprio sito è l’accessibilità. Non tutti i lettori navigano con internet ad alta velocità e alcuni potrebbero avere delle limitazioni al consumo dei dati per i propri browser mobile. Comprimere i video e le immagini è un modo eccellente per assicurarsi che le pagine si carichino velocemente senza rendere vani gli sforzi in termini di grafica.

Come molti sanno (e hanno provato in prima persona), una pagina a caricamento lento è spesso motivo di uscita di un utente dal blog. È necessario impedirlo mantenendo il sito ottimizzato e browser-friendly. Qui entra in gioco Smush, un plugin gratuito che comprime automaticamente le tue immagini quando le carichi, in modo da sapere esattamente come appare un file compresso e apportare eventuali modifiche. Un assist perfetto per tutti i blogger che creano contenuti carichi di immagini.

5. Yoast – Semplifica il tuo SEO

La SEO sembra una cosa semplice, vero? Prendi alcune parole chiave, crea titoli e descrizioni con parole scelte accuratamente e sei a posto! Se solo fosse così semplice.

Yoast non solo offre supporto per le operazioni base come strutturare correttamente il contenuto, ma analizza anche ogni pagina singolarmente. Con un’analisi SEO per pagina, otterrai consigli su quanti link interni ed esterni utilizzare e se le parole chiave sono collocate nel posto adeguato o meno. Yoast ti aiuta anche a predisporre i metadati, pertanto nulla è lasciato al caso. Quando vedrai un punto verde sulla parte superiore della pagina, simile ad un semaforo, vuol dire che sarai pronto a pubblicare, assicurandoti un posizionamento in cima ai risultati di ricerca.

I migliori 5 plugin WordPress per le sottoscrizioni

Come si suol dire, mangi come spendi. Nel caso dei plugin, a volte vale la pena investire in un abbonamento per poter ottenere il miglior servizio possibile. I tuoi lettori (e il traffico del sito) ti ringrazieranno.

1. EasyAzon – Monetizza il tuo contenuto e massimizza il tuo tempo

Con la programmazione dei contenuti e un elevato numero di lettori, potrebbe volerci molto tempo libero per gestire l’aspetto amministrativo del tuo sito. Questo è particolarmente vero quando crei contenuti sponsorizzati o partecipi ad un programma di affiliazione.

Se sei un affiliato Amazon, sei fortunato! EasyAzon semplifica il processo di monetizzazione dei contenuti e ti dà una mano con le attività più complesse come valutare le commissioni dai lettori internazionali.

Inoltre, questo plugin ti aiuta a creare grafiche divertenti come popup di testi informativi sui prodotti e persino ottimizzare il modo in cui i lettori effettuano gli acquisti dalla tua pagina Amazon. Sebbene ci sia una versione gratuita, la versione premium offre molte altre funzionalità e, con l’aumento delle conversioni, si ripaga da sola.

2. Wordfence Security – Tieni al sicuro il tuo sito e i tuoi iscritti

Il crimine cibernetico non è solo un protagonista dei peggiori film degli anni ’90, è un problema reale che i blogger devono affrontare tutti i giorni. Potresti pensare che il tuo blog appena avviato sull’antiquariato non sia un bersaglio, la tua mailing list spesso lo è. Gli hacker cercano fonti di dati vulnerabili e senza un’adeguata protezione, il tuo blog e il tuo bagaglio di lettori potrebbero apparire una preda allettante. In effetti, proprio per questo motivo WordPress è un obiettivo sempre più popolare tra gli hacker.

Nonostante la versione gratuita sia buona, la versione a pagamento di WordFence Security vale la tariffa di iscrizione. Mantiene al sicuro il tuo sito e offre una vasta gamma di strumenti, tra cui le scansioni antivirus e malware, firewall e un sistema di avvisi email proattivo che richiamerà la tua attenzione non appena viene rilevato qualcosa di sospetto.

3. BlogVault – Backup senza seccature

Siamo tutti passati da questo incubo. Il pezzo deve essere pronto per domani e, improvvisamente, il computer crasha e devi ricominciare da capo. Ora immagina questo problema su una scala molto più grande e costosa.

Se il tuo sito WordPress crasha o viene hackerato, potrai perdere molto in termini di contenuti, impegno e, soprattutto, tempo. Per questo motivo ha senso investire in un plugin premium che eseguirà il backup dei tuoi contenuti e lo terrà al sicuro dalla scomparsa nell’etere online.

Sebbene ci siano diverse opzioni gratuite, vale davvero la pena dare al tuo blog il backup che merita. BlogVault è altamente consigliato e non solo offre il backup off-site essenziale, ma supporta anche il recupero e la migrazione del sito web per aiutarti a riportare tutto online.

4. Thrive Leads – Raggiungi più lettori

Per un blogger in erba, la vasta scelta di opportunità di presentazione del proprio contenuto può essere difficile da gestire. Creare newsletter e aggiornamenti per i tuoi lettori può sembra semplice, ma c’è un buon motivo per investire in un plugin che renderà le tue comunicazioni più efficienti possibile.

Thrive Leads è un creatore di moduli drag-and-drop che ti offre modelli tra cui scegliere e da personalizzare. Se stai cercando di creare un elenco di iscritti, perché non provi alcuni strumenti e vedi quali dà i migliori risultati? Non è necessario aggiungere Google Analytics a WordPress. Con Thrive Leads, il testing A/B è un processo semplice che ti aiuterà ad affinare il modo in cui comunichi finché non sarai sicuro di centrare sempre il bersaglio.

5. Broken Link Checker – Mantieni attivi i tuoi link e l’interesse del lettore

L’aspetto negativo di creare molti contenuti è che talvolta gli articoli meno recenti non ricevono la manutenzione tecnica che meritano. Creare link verso blogger amici è un modo eccellente per fare rete, ma se il loro sito cambia, potresti ritrovarti con dei link non validi che indirizzano i lettori ad una pagina di errore.

Con l’88% dei consumatori online che non tornano su una pagina dopo una pessima esperienza utente, i link non validi possono avere un effetto negativo sulla salute complessiva del tuo sito. Broken Link Checker è un ottimo supporto per monitorare continuamente i link sul tuo sito e affrontare immediatamente qualsiasi problema.

Qual è il plugin giusto per me?

Con oltre 50.000 plugin disponibili su WordPress, è corretto affermare che i nuovi blogger hanno solo l’imbarazzo della scelta. Come sai qual è la scelta giusta per te? Innanzitutto, guarda le recensioni. Su WordPress non ci sono solo le valutazioni in stelle per ogni plugin, gli utenti possono anche scrivere e condividere quali problemi o vantaggi offre ciascun plugin.

Secondo, approfitta dei periodi di prova e delle versioni gratuite di ogni plugin. Se non sei sicuro se un plugin sarà davvero utile per la tua pagina, provalo e acquistalo solo se ritieni che possa aggiungere qualcosa che la concorrenza non offre.

Infine, verifica il numero di installazioni attive. Come per la scelta di un ristorante, una lunga fila di clienti è solitamente un buon indicatore di qualità. Più utenti attivi ha un plugin, migliore è il prodotto.

Ora che hai letto questa anteprima, è tempo di iniziare a esplorare la pletora di plugin WordPress in prima persona!

« »