Elenco di controllo per un nuovo sito web

Lanciare un nuovo sito web è ora più semplice che mai. Installare il CMS scelto (Content Management System) è solo l’inizio; dovrai verificare che il tuo sito web sia più semplice possibile, sia per i visitatori che per i motori di ricerca.

Al lancio del sito web devi evitare problemi che possano allontanare i primi visitatori e avere un impatto negativo sul posizionamento nei motori di ricerca.

Di seguito riportiamo il nostro elenco di controllo delle 20 attività importanti da completare al lancio di qualsiasi nuovo sito web, progettato per essere usato in combinazione con il Programma di affiliazione Amazon.

Il tuo obiettivo è in definitiva guadagnare e questo dipende tutto dall’argomento scelto. Questo deve infatti avere un potere di attrazione delle ricerche e celare un potenziale guadagno.

Scoprirai:

  • Cosa valutare in fase di scelta di un argomento
  • Cosa tenere sotto controllo nel tuo nuovo sito
  • Su cosa concentrarsi per garantire un lancio senza problemi

Alcune domande importanti da porsi prima di proseguire:

Vi è un volume di ricerca sufficiente per le parole chiave principali dell’argomento scelto? L’argomento è ancora di attualità e resterà tale? Questo argomento può essere remunerativo?

Se riesci a rispondere sinceramente a queste domande e le risposte sono affermative, e inoltre hai un certo interesse nell’argomento, allora ci sono i giusti requisiti per il successo.

Il nome di dominio giusto

Scegliere il dominio giusto è una prima fase cruciale per un nuovo sito web. Ci sono diversi approcci, potresti inserire nel dominio uno o due parole sul tema, che rendano molto chiaro di cosa tratta il sito web.

In alternativa puoi utilizzare il nome di un marchio per il tuo blog/attività e pertanto scegliere un nome di dominio più astratto. Il vantaggio di utilizzare un dominio brandizzato è dato dall’apertura e dalle possibilità di sviluppo. Il nome di dominio ideale considera entrambi gli aspetti.

Scegliere un provider di hosting

Durante la creazione del tuo primo sito web dovresti trovare un buon equilibrio tra una società di hosting di buona qualità e un prezzo ragionevole. Molti provider di hosting professionali offrono tariffe entry-level, in modo da poter iniziare con pochi euro al mese.

I siti basati su CMS non hanno requisiti precisi: ma devi comunque comprendere cosa fornisce la società di hosting in termini di database SQL e accesso PHP: sono queste le tecnologie che reggono il tuo sito. Inoltre verifica con il provider di hosting la facilità di passaggio ad un servizio con più funzioni, man mano che si presenta la necessità.

Installazione CMS

checklist new website

Qualsiasi CMS richiede un po’ di tempo per l’installazione. Ci sono istruzioni di installazione dettagliate e consigli online e su YouTube, che possono aiutare a risolvere qualsiasi problema.

Inoltre, anche se può sembrare difficile, ricorda che durante l’installazione non sono ammessi errori. Se non funziona come dovrebbe, puoi semplicemente ricominciare.

Installa solo i plugin più importanti

I Content Management System possono essere ampliati con i plugin e con nuove funzionalità. Questi possono essere molto utili e con WordPress ci sono plugin consigliati specificatamente per i nuovi blog.

Tuttavia non conviene eccedere. Ogni plugin rende il CMS un po’ più lento e se installi plugin con una pessima manutenzione, la sicurezza del sito ne può risentire. Installa nuovi plugin solo quando necessario.

Crea un layout allettante

Le prime impressioni sono importanti, per questo il layout del tuo sito web deve essere adeguato all’argomento scelto ed essere piacevole e semplice da utilizzare. Presta attenzione all’uso dei giusti colori, di font abbinati, al design di un logo professionale e ad altri elementi grafici e il tuo sito avrà un impatto positivo sui nuovi lettori.

Risolvi i bug

Prima di lanciare il tuo nuovo sito web, verifica che non ci siano errori tecnici. Puoi svolgere alcuni controlli tecnici sull’HTML e il CSS del tuo sito per verificare che il codice sia valido: consulta validator.w3.org per maggiori informazioni. Non dimenticare di testare l’usabilità prima di lanciarlo. Verifica che non ci siano problemi di lettura, immagini mancanti e problemi con i font.

Test su tutti i principali browser

I visitatori del tuo sito utilizzeranno vari dispositivi e browser. È importante verificare che il sito funzioni in tutti i browser principali, ad es. Chrome, Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari. Inoltre verifica il funzionamento anche sui dispositivi mobili. Google fornisce un test per il mobile: google.com/webmasters/tools/mobile-friendly

Fai brainstorming delle idee di contenuto

Prima di mettere online il nuovo sito, devi pianificare gli aggiornamenti: quindi annota alcune idee sui contenuti. Le idee migliori ti verranno in mente spontaneamente, se conosci bene il tuo argomento. Puoi anche ottenere altre idee utilizzando una mappa mentale, analizzando la concorrenza e svolgendo nuove ricerche nelle possibili aree di contenuto.

Scrivi i post in anticipo

Mai lanciare un sito vuoto: prima di farlo devi aver scritto diversi articoli. Il contenuto di lancio deve essere interessante e di alta qualità, solo così i nuovi visitatori continueranno a tornare.

Controlla tutto

Il contenuto interessante è un must, ma i tuoi articoli non devono essere necessariamente perfetti. Tuttavia presta attenzione all’ortografia e alla grammatica in modo che siano quanto più corretti possibile. Prima di pubblicare un nuovo articolo, leggilo attentamente e apporta le correzioni necessarie.

Progetta la tua homepage per i nuovi lettori

La tua homepage è la “vetrina” del tuo sito ed è infatti di particolare importanza. Molti nuovi lettori entreranno direttamente da lì o dopo aver letto uno degli articoli. Il tuo lettore deve riconoscere immediatamente di cosa parla il tuo sito e deve trovare altro contenuto facilmente.

I contenuti della homepage devono essere progettati con i nuovi lettori in mente. Includi una breve introduzione, spiega di cosa parla il tuo blog ed elenca gli articoli più recenti e più popolari. Le sottopagine importanti devono essere tutte collegate internamente.

Inserisci le dichiarazioni legali e di riservatezza

Includi sempre qualsiasi pagina obbligatoria per legge sul tuo sito affinché esso sia conforme alla legge sull’uso dei dati online. Puoi trovare alcuni esempi di questi documenti per il Regno Unito al sito seqlegal.com/free-legal-documents/privacy-policy.

Ottimizza per i motori di ricerca

Implementare le funzioni base per l’ottimizzazione dei motori di ricerca è un’operazione che garantisce che i motori di ricerca trovino e indicizzino il tuo sito web.

Oltre alle operazioni di base, tuttavia, la SEO è un argomento complesso e molto dibattuto. Conviene sempre familiarizzare con queste pratiche, ma non perdere troppo tempo con la SEO a spese della creazione di contenuto interessante per il tuo blog.

Analizza i tempi di caricamento

checklist new website finished

I motori di ricerca ripongono sempre più importanza nei tempi di caricamento brevi. L’utente web medio rinuncia se un sito web impiega troppo tempo a caricare, il che significa meno traffico e meno ricavi.

Utilizza Google Page Speed Service Insightsdevelopers.google.com/speed/pagespeed/insights per analizzare il tuo sito web e ottenere consigli di ottimizzazione.

Analizza l’usabilità

È difficile misurare la facilità di navigazione del tuo sito web, ma “l’esperienza utente” del tuo sito è molto importante. Più un sito web è semplice da utilizzare, tanto meglio è: se ne hai la possibilità, chiedi ai tuoi amici o alla famiglia di utilizzare il tuo sito e chiedi un feedback sulla facilità di comprensione del sito.

Installa strumenti di analisi

Utilizza uno strumento di analisi web per verificare le prestazioni del tuo sito web, quale contenuto è più popolare e dove risiedono i problemi. Google Analytics è il più utilizzato poiché è gratuito ed è molto efficace.

Un’alternativa è la piattaforma open-source Piwik. Dedica un po’ di tempo a verificare che tutte le tracciature siano installate correttamente e intervieni con i risultati alla mano per migliorare il tuo sito web.

Imposta un backup

Poche cose sono più fastidiose di perdere il contenuto per problemi tecnici o attacchi hacker. Un buon servizio di hosting garantisce un backup regolare, ma ci sono anche molti utili plugin CMS che offrono questo servizio.

La regola d’oro è: esegui regolarmente il backup dei file, compreso il database del tuo sito web, in modo da poter reinstallare una versione aggiornata in caso di disastro.

Pianifica il contenuto a medio termine

Molti nuovi titolari di siti web e blogger iniziano con molta dedizione, ma dopo poche settimane iniziano ad avere difficoltà. Un piano dei contenuti per la prima fase di vita del tuo sito può evitare questa evenienza. Questo non significa pianificare ogni singolo articolo, ma il contenuto o le azioni più importanti possono e devono essere pianificate a lungo termine.

Inizia la monetizzazione

Quando conviene iniziare a inserire link di monetizzazione e annunci sul proprio sito web? Non è necessario farlo dall’inizio, ma devi cominciare quasi subito. Otterrai così molta esperienza preziosa e potrai provare diversi tipi di contenuto monetizzato per vedere quale funziona meglio. Non importa quando scegli di implementarlo, dovresti pensare a come integrare il contenuto per la monetizzazione sin dall’inizio.

Nessuno è perfetto Ci sono molti punti in questo elenco di controllo! Ma ricorda, predisporre tutto in modo ottimale è un processo lungo e non ha senso puntare alla perfezione. Al contrario inizia ad acquisire esperienza e chiedi un feedback: i tuoi piani iniziali cambieranno sempre. Accertati di seguire i punti dell’elenco di controllo per evitare di commettere errori gravi all’inizio.

« »