Creazione del proprio blog su WordPress: guida definitiva per iniziare

WordPress è uno dei sistemi di gestione dei contenuti più comunemente utilizzati nel mondo del blogging. Oltre il 60% dei blog online viene gestito su WordPress. La popolarità di questa piattaforma può essere attribuita alla sua flessibilità e semplicità di utilizzo. 

Per prima cosa: cos’è WordPress?

WordPress è un sistema di gestione dei contenuti (CMS) open-source coperto da licenza GPLv2. Questo significa che chiunque può utilizzare o adattare il software WordPress in base alle proprie esigenze in modo completamente gratuito. Facendo parte della categoria dei CMS, WordPress è uno strumento che aiuta l’utente a gestire i componenti principali del proprio sito, come ad esempio la creazione di contenuti e il layout. La parte migliore? Non è necessario essere esperti di programmazione per utilizzarlo.

Considerando che sul Web sono disponibili tantissime piattaforme CMS, come si fa a capire se WordPress è adatto alle proprie esigenze? Essendo un software open-source, WordPress offre alcune versioni gratuite, il che è certamente allettante per chiunque desideri limitarsi a tastare il terreno del blogging.

Inoltre, WordPress viene costantemente aggiornato e consente agli utenti di creare plugin adatti all’esecuzione di molteplici attività. Alcuni dei plugin più popolari, quali gli strumenti di supporto del sito Yoast SEO e Contact Form 7, sono disponibili gratuitamente.

Creato nel 2003, WordPress è più radicato rispetto alle altre piattaforme CMS. Eventuali bug, seppur molto rari, vengono facilmente eliminati tramite aggiornamenti regolari. Dal punto di vista della sicurezza, il fatto di mantenere il proprio blog e il proprio sito aggiornati riduce a zero le possibilità di essere vittime di attacchi informatici.

Gli sviluppatori di software aggiornano costantemente i propri prodotti e risolvono potenziali bug, consentendo agli utenti di proteggere il proprio sito semplicemente eseguendo l’ultima versione di WordPress e dei plugin.

Cosa devi fare per configurare il tuo WordPress?

Gli elementi chiave di cui hai bisogno per configurare il tuo blog su WordPress sono tre:

  • Un nome di dominio
  • Un Web host
  • Poche ore per preparare tutto il necessario

Quanto costa WordPress?

Essendo un software open-source, WordPress è disponibile per il download gratuito. Tuttavia, il mantenimento del proprio sito online e la gestione dell’hosting WordPress potrebbero comportare alcuni costi.

Infatti, sebbene i costi di gestione di WordPress siano relativamente bassi, le spese più ingenti derivano dai costi mensili di hosting sul Web e di registrazione del nome di dominio. Questi costi variano in base alla piattaforma ma, solitamente, si aggirano intorno a cifre contenute per via dell’affollamento del mercato e dei prezzi sempre più competitivi.

WordPress offre oltre 6000 temi pronti all’uso ma, se lo desideri, puoi scegliere di pagare un piccolo extra per ottenere un tema personalizzato. Analogamente, potrai servirti di plugin gratuiti che soddisferanno gran parte delle tue esigenze o, in alternativa, optare per l’acquisto delle versioni premium di plugin quali Yoast SEO.

Come trovare la migliore piattaforma di siti Web per la tua pagina

Quando ti accingi a scegliere una piattaforma per la tua pagina, è importante considerare la finalità del tuo sito. Per la creazione di un blog, la scelta più ovvia è WordPress; tuttavia, vale la pena comprendere perché è la piattaforma più popolare tra i blogger.

Oltre il 34% di tutti i siti Web è gestito da WordPress. I vantaggi principali di questa piattaforma sono la sua affidabilità, potenza e facilità di utilizzo. Inoltre, se sei un creatore di siti Web gratuiti e open-source, WordPress offre una maggiore autonomia e un maggior controllo della tua pagina rispetto a qualsiasi altra piattaforma.

Vantaggi del blogging su WordPress:

  • Hai un totale controllo su ogni singolo aspetto del tuo sito. Anche nel caso in cui tu intenda cominciare con un blog, puoi sempre arricchire la tua pagina e beneficiare di altre funzioni. È questo il vantaggio di una piattaforma flessibile e facile da personalizzare.
  • Puoi accedere gratuitamente ai temi e design del sito. Gli utenti hanno creato un catalogo di migliaia di temi e plugin WordPress, tutti adattabili alle esigenze del tuo sito. Inoltre, la creazione della tua pagina è agevolata da un semplice strumento di trascinamento e rilascio.
  • Grazie alle molteplici lingue disponibili, il tuo sito vanterà un’incredibile accessibilità e una flessibilità sufficiente a creare pagine multilingue.

Tuttavia, vi sono alcuni fattori da considerare prima di fare il grande salto.

Ecco alcune cose che devi sapere prima di utilizzare WordPress:

  • Sarai tu a gestire il tuo sito e i tuoi contenuti. Se, da una parte, non impiegherai molto tempo ad acquisire familiarità con WordPress come CMS, all’inizio potrebbe sembrarti alquanto “tecnico”.
  • Dovrai ricordarti di effettuare tutti gli aggiornamenti del sistema e dei plugin. La sicurezza del tuo sito dipenderà da questo, motivo per cui dovrai prestare attenzione ai promemoria e agli avvisi che appariranno sulla tua dashboard WordPress. WordPress è, praticamente, il sistema operativo del tuo sito Web. Esattamente come aggiorni il tuo telefono regolarmente per motivi di sicurezza, dovrai assicurarti che WordPress e i relativi plugin siano aggiornati all’ultima versione.
  • Inoltre dovrai eseguire regolarmente i backup di sistema. Nella remota possibilità che si verifichi un problema sulla tua pagina, è fondamentale avere a portata di mano un backup aggiornato.

Come utilizzare WordPress per il blogging

Essendo lo strumento più popolare per i blog online, WordPress si rivela una piattaforma alquanto intuitiva quando utilizzata per il blogging. Infatti, l’utilizzo di WordPress per il tuo blog è piuttosto semplice e prevede l’implementazione di pochi passaggi.

Scegli il miglior hosting WordPress

Per essere certo che il tuo blog sia accessibile nella misura consentita, dovrai servirti di due elementi: un buon servizio di hosting e un dominio.

Sul mercato, vi sono svariati servizi di hosting che mettono insieme il servizio di hosting e il nome del dominio per consentirti di acquistarli contemporaneamente. Prima di iscriverti all’uno o all’altro, dovrai considerare tre fattori:

  • Velocità: altrimenti nota come tempo di caricamento della tua pagina
  • Tempo di funzionamento: dovrebbe essere pari ad almeno il 99,94%
  • Assistenza clienti: in quanto principiante, avrai bisogno di un team che risponda a eventuali domande inerenti all’utilizzo di WordPress.

Di seguito, ti proponiamo tre servizi di hosting di punta che potrebbero fare al caso tuo.

  1. Bluehost: si tratta di uno dei servizi di hosting più popolari tra i blogger. Bluehost vanta un tempo di funzionamento del 99,99% e servizi di assistenza ben recensiti. Tuttavia, non offrendo un’opzione di pagamento mensile, implica un investimento maggiore.
  2. HostGator Cloud: con un tempo di funzionamento lievemente inferiore (99,97%), HostGator fa da host a oltre 10 milioni di domini. Inoltre, offre un processo di installazione con un solo clic per WordPress.
  3. SiteGround: se da una parte questo host vanta il miglior supporto specifico per WordPress ed è ufficialmente consigliato da quest’ultimo, offre opzioni di pagamento limitate e un tempo di caricamento più lento rispetto ai suoi concorrenti.

Configurazione e installazione

Non appena ti iscriverai a un servizio di hosting sul Web, riceverai i dati di accesso da inserire sul tuo pannello di controllo (o cPanel). A questo punto, sul cPanel noterai una serie di icone e percorsi di file; per il momento, puoi ignorarli e limitarti a selezionare “Installa WordPress”.

Dopo aver seguito le istruzioni, il servizio di hosting ti chiederà di immettere il nome del tuo dominio e il nome del tuo sito. In seguito, avrai bisogno di un nome utente e di una password per il tuo sito.

Una volta completata la registrazione, riceverai un link di amministratore simile al seguente: http://yournewwebsite.com/admin.

Seleziona un tema

Al primo accesso, il tuo sito potrebbe apparire alquanto monotono. Gli aspetti visivi del tuo blog saranno dettati dal tema che sceglierai. Tuttavia, se è vero che la personalizzazione del tuo blog è un passaggio fondamentale, è altrettanto importante non esagerare.

Inoltre, per risparmiare tempo, puoi utilizzare uno dei migliaia di temi predefiniti già disponibili online. Per cambiare il tema, ti basterà andare sulla tua dashboard WordPress e fare clic su Aspetto e, in seguito, su Temi.

Dopo aver selezionato “Aggiungi nuovo”, puoi scorrere i temi gratuiti disponibili e ordinarli in base alle recensioni, al tipo di blog e alla popolarità. Visualizza un’anteprima di qualunque tema attiri la tua attenzione selezionandolo e valutando come appare sul tuo sito.

Come già detto in precedenza, per quanto tu possa sentirti travolto da una scelta così ampia, è importante badare alla semplicità. Potrai sempre optare per un tema più stravagante in un secondo momento, ma partire da un layout semplice e pulito aiuterà il tuo pubblico a esplorare la tua pagina con facilità.

Dopo aver installato e attivato il tuo tema, puoi scegliere di personalizzarlo se desideri apportarvi qualche lieve modifica. In caso contrario, avrai un riquadro già pronto a racchiudere i tuoi nuovi contenuti.

Aggiungi contenuti

Per avviare il tuo primo blog, vai alla tua dashboard WordPress e seleziona Post dal menu della barra laterale. Dopo aver selezionato Aggiungi nuovo, si aprirà la pagina di modifica dei post sulla quale potrai aggiungere testo e immagini per il tuo primo articolo.

Una volta terminata la fase di scrittura, accertati di aver formattato il testo in modo che sia facile da leggere e presenti intestazioni chiare per il tuo pubblico. Inoltre, potrebbe essere utile comprimere le immagini scelte per non aumentare inutilmente il tempo di caricamento della tua pagina.

Prima di pubblicare i tuoi contenuti, puoi aggiungere diverse funzionalità quali i Tag e le Categorie. Queste ti aiuteranno a organizzare i tuoi post e renderli più facili da leggere per i tuoi lettori.

Quando hai finito, vai avanti e fai clic sul pulsante Pubblica a destra per pubblicare il tuo primo articolo.

I migliori esempi di blog WordPress per il marketing di affiliazione

Dal momento che WordPress comprende almeno un terzo dei siti attivi su Internet, esistono diverse modalità di utilizzo del sito che gli esperti di affiliate marketing possono adottare per rappresentare al meglio se stessi. Per quanto sia facile aggiungere link di affiliazione a qualsiasi tema o layout su WordPress, puoi prendere in considerazione l’idea di selezionare un tema progettato specificamente per questo scopo.

Una delle funzionalità più comuni è la capacità di produrre recensioni dotate di uno stile professionale. Infatti, queste saranno accompagnate da un rullino di foto, da una valutazione espressa con un certo numero di stelle e da confronti di prodotti. Prima di scegliere il tuo tema WordPress, ti proponiamo i tre strumenti di punta per la gestione di un blog inerente al marketing di affiliazione.

1. REHub
Creato con l’obiettivo di offrire tutto quello che il proprietario di un blog commerciale può desiderare da un tema, REHub offre un’ampia gamma di opzioni di visualizzazione dei prodotti. Inoltre, si presta facilmente all’aggiunta di recensioni, confronti di prodotti e gallerie al tuo sito WordPress.

Questo tema è perfetto anche per coloro che, oltre a occuparsi del marketing di affiliazione, desiderano vendere i propri prodotti online. Utilizzando plugin quali WooCommerce, puoi elencare i tuoi articoli personali accanto ai prodotti promossi per ottimizzare i ricavi del tuo sito.

È importante decidere se optare per il classico formato a scorrimento, il design dei negozi online o il layout da rivista. Questo tema consente di scegliere in base alle proprie preferenze, ma la struttura classica potrebbe essere la scelta più appropriata per chi si è appena affacciato al mondo del blogging.

Ecco un altro aspetto importante: vi sono alcuni plugin correlati all’affiliazione che agevolano attività quali la creazione di confronti di prodotti e la gestione dei link di affiliazione esterni. Il secondo ti aiuterà a monitorare quanti clic hanno ricevuto i tuoi link e persino a reindirizzare l’utente a nuove pagine, il tutto controllato dalla tua dashboard principale.

Se stai prendendo in considerazione la pubblicazione di recensioni, le tabelle di confronto dei prodotti rappresentano un ottimo complemento al tuo blog e rendono le varie differenze più chiare per i tuoi lettori. Inoltre, fanno sì che il tuo pubblico sia più incline a considerare il tuo sito come fonte di informazioni a tutto tondo e meno disposto a passare alla navigazione di un altro sito. In tal modo, potrai trarre beneficio da qualsiasi link di affiliazione presente in queste sezioni.

2. Splash

Dotato di un design chiaro e semplice, questo tema è un’ottima scelta per chiunque desideri un blog essenziale. Grazie a un sistema di valutazione integrato, l’aggiunta di funzionalità interattive al tuo sito è semplificata e fa sì che i tuoi visitatori tornino sulla tua pagina per consultare contenuti interessanti. Inoltre, offre un’ampia gamma di modelli che ti consentiranno di personalizzare il design semplificato in base alle tue esigenze.

Se hai successo con i link del marketing di affiliazione e vorresti espanderti verso la vendita dei tuoi articoli personali, questo tema ti consente di aggiungere facilmente il plugin WooCommerce.

Per i blogger che desiderano mantenere i propri contenuti puliti e diretti, questo tema offre un design flessibile e un’interfaccia pratica.

3. Engine

Se vuoi dare al tuo blog un aspetto meno commerciale, i temi in stile rivista rappresentano un’ottima scelta. Infatti, questi temi bilanciano contenuti quali recensioni o annunci di prodotti con sezioni a carattere informativo quali consigli o condivisione di conoscenze. Engine è un valido esempio di questa tipologia di temi, in quanto è progettato specificamente per la pubblicazione equilibrata di recensioni e notizie.

Se hai un programma di pubblicazione alquanto pieno, un layout in stile rivista potrebbe fare al caso tuo. In questo modo, infatti, i tuoi visitatori avranno una panoramica ampia e immediata dei tuoi articoli. Dopo aver selezionato un post, i widget posti lungo il margine laterale della pagina suggeriscono gli articoli di tendenza o popolari. Questo è uno strumento efficace che ti consente di avere la certezza che i tuoi visitatori continuano a visitare la tua pagina.

Grazie a uno strumento di modifica basato sulla funzione di trascinamento e rilascio, questo tema è personalizzabile e perfetto per i blogger alle prime armi. Infatti, non prevede l’utilizzo di codici. Inoltre, offre plugin e widget specifici per il marketing di affiliazione che bilanciano bene i contenuti commerciali e quelli non commerciali, piuttosto che inondare il tuo pubblico di informazioni.

Conclusioni

Dopo aver seguito i passaggi descritti in precedenza, potrai finalmente disporre del tuo blog WordPress personale con un tema installato e, magari, qualche plugin extra. Se sei amante del rischio, prova uno dei nostri temi progettati specificamente per il marketing di affiliazione!

Adesso, sei ufficialmente pronto per iniziare a curare il tuo spazio online unico. Il tuo blog è una preziosa opportunità per fare rete, esprimere la tua creatività e, se tutto va per il verso giusto, guadagnare un reddito passivo grazie alla creazione di contenuti e al marketing di affiliazione.

Qual è il prossimo passo? Vai sulla tua nuova pagina, prepara i tuoi contenuti e fai clic su Pubblica. Non c’è momento migliore di questo per iniziare!

« »