Marketing dei contenuti

Come impostare un piano editoriale

Kristabel Plummer
Kristabel Plummer
Ultimo aggiornamento ottobre 1, 2019 • 9 Min. lettura
Come impostare un piano editoriale

© Ivan Samkov / Pexels

Ti manca l’ispirazione per creare articoli per il tuo blog? Non sei il solo.

Capita a tutti, durante l’anno, di affrontare cali di motivazione. Un modo efficace per combattere il blocco dello scrittore è preparare un calendario editoriale dettagliato.

Che cos’è un calendario editoriale?

Un calendario editoriale è un calendario per pianificare la pubblicazione dei tuoi contenuti. Definisce quando, dove e come i tuoi contenuti verranno pubblicati. 

Due matite su un foglio giallo. Creare un calendario editoriale è parte fondamentale di una buona strategia editoriale per qualsiasi blog.
© Joanna Kosinska / Unsplash

I formati editoriali solitamente usati in un calendario editoriale sono:

  • Articoli di blog
  • Post sui social media
  • Newsletter
  • Podcast 
  • Video YouTube 

E così via.

Il periodo migliore per progettare un buon calendario editoriale è l’inizio dell’anno. PERÒ: se non l’hai ancora fatto, non è troppo tardi per iniziare oggi!

Quando avrai deciso la direzione da dare ai tuoi contenuti, potrai pianificare la tua strategia editoriale in anticipo e rifinire le idee prima di pubblicarle.

Perché è così importante seguire un calendario editoriale?

  • Per poterti preparare in anticipo. Può essere che ti serva un po’ di tempo per provare sul campo “I 5 migliori look per il tuo primo giorno da insegnante” o per prenotare una seduta fotografica con un fotografo importante. Un calendario editoriale ti permette di organizzarti e di prenotare con anticipo tutto quello di cui hai bisogno.
  • Per lavorare bene con i brand. La maggior parte dei brand inizia a pianificare le campagne natalizie all’incirca tra aprile e ottobre. Può essere utile impostare dei promemoria, così saprai quando è il momento perfetto per contattarli e proporre le tue idee. Allo stesso modo, se un brand si dovesse mettere in contatto con te, potresti già avere un’idea da proporre.

Anche se questa guida riguarda principalmente i contenuti per i blog, puoi utilizzare questi suggerimenti anche per Instagram, YouTube e Twitter (anche perché è utile promuovere il tuo brand su diverse piattaforme). Assicurati solo di adattare il tipo di contenuti a ciascuna piattaforma.

Ad esempio, potresti aver bisogno di ridimensionare una “Lista desideri per l’estate” se hai in progetto di pubblicarla come Storia su Instagram o di inserirla in una bacheca su Pinterest.

Come trovare l’ispirazione per il tuo piano editoriale

Anche se spulciare tra i blog e controllare regolarmente i feed di Instagram è un’ottima strategia, è molto importante andare sempre alla ricerca di nuove fonti di ispirazione per possibili idee. Dedica un pomeriggio alla lettura di diversi tipi di riviste per trovare argomenti da coprire, oppure visita siti web come Man Repeller, Refinery 29 e Vox (in lingua inglese).

Screenshot del blog di moda maschile Man Repeller, una buona fonte di argomenti per potenziali articoli di blog da inserire nel tuo calendario editoriale.

Pinterest pubblica anche la sua lista delle migliori 100 tendenze dell’anno: dai un’occhiata alla classifica per scoprire eventuali argomenti da coprire nel campo della moda, dei viaggi o della bellezza.

Screenshot delle migliori 100 tendenze dell’anno di Pinterest.

Ecco un altro paio di modi per trovare nuove idee:

  1. Guarda i tuoi post dell’anno precedente. Hai pubblicato contenuti in ambiti come moda e bellezza? Forse ti interesserebbe passare ad un diverso contenuto pilastro? Identifica i post che ti hanno fatto emozionare di più e prova a dare un’impronta diversa al tuo piano editoriale sui social media.
  2. Esamina i dati. Google Analytics è fondamentale per capire quali dei tuoi post sono stati più apprezzati. Vai su “Comportamento > Contenuti del sito > Tutte le pagine” e filtra per le date che ti interessano. Vale anche la pena dare un’occhiata alla sezione “Ricerca su sito” oppure “Acquisizione > Search Console > Query” per scoprire quali termini usano gli utenti per cercare il tuo blog su Google. In questo modo, potresti trovare l’ispirazione per scrivere di nuovo di un argomento che hai già trattato.
  3. Prendi in considerazione eventi e festività importanti. Dopo aver coperto festività classiche come il Natale, segnati tutti i principali eventi sportivi, festival musicali o le giornate importanti, come la Giornata internazionale della donna. Anche Days Of The Year (in lingua inglese) può essere un’ottima risorsa se ti serve conoscere date esatte come il Giorno nazionale del cocomero (che, per tua informazione, è il 3 agosto).
  4. Aggiungi le tue date personali. Hai intenzione di partire in viaggio alla ricerca di te stesso o si sta avvicinando un compleanno importante? Assicurati di inserirlo nel calendario, specialmente se sai che avrai bisogno di un po’ di tempo per buttare giù i tuoi pensieri.
Screenshot di come appare un sito web durante gli eventi speciali dell’anno. Le occasioni speciali sono una fantastica risorsa per rendere più ricco il tuo calendario editoriale.

Crea il tuo calendario editoriale

Ora che hai pianificato tutte le tue date, avrai bisogno di inserirle in una struttura, in modo da gestirle facilmente. Sperimenta su Google Calendar o Trello, apri un bullet journal o crea un documento in Word e prova tutte le tabelle disponibili.

Ti consigliamo di dividere gli eventi a seconda dei mesi e di iniziare aggiungendo le date più importanti. Puoi includere anche:

  1. Colonne dettagliate per ciascun canale: fai un elenco di tutti i tuoi canali (blog, Instagram, YouTube, Twitter, Pinterest, newsletter e podcast) e dei post che hai pianificato, per vedere se ci sono temi ampi che possono essere riadattati a nuove esigenze.

Ad esempio, potresti prendere un paio di elementi da un articolo di blog sulle “Idee di look per un matrimonio” per creare una storia su Instagram, senza dover aumentare di troppo il tuo carico di lavoro. In questo modo, non solo potrai modificare i post leggermente per renderli visibili al massimo, ma potrai anche sperimentare nuove tecniche.

  1. Idee da presentare ai brand: se tutto è andato bene, questa intensa progettazione ti ha aiutato a ritrovare la creatività e a preparare una lista di idee da proporre ad un incontro di lavoro o via email. Annotati tutti i brand con cui sogni di collaborare e pianifica in anticipo la tua strategia per contattarli.
  1. I vecchi post che possono essere riproposti: hai pubblicato un video su “Consigli su come risparmiare denaro” che ha riscontrato particolare successo? Potrebbe valere la pena riproporlo al tuo pubblico all’inizio di ogni anno o in un momento strategico dell’anno. Fai una lista dei tuoi vecchi post più rilevanti mese per mese e ricordali al tuo pubblico attraverso le storie su Instagram o Twitter.
  1. Una sezione dedicata alle idee in bozza: ti potrebbe essere utile appuntare in questa sezione progetti vaghi o idee che sono state temporaneamente accantonate, in modo da non perderle. Ti consigliamo di appuntare qui anche le opportunità che ti sei lasciato sfuggire: in questo modo, se non sei riuscito a coprire il “Giorno nazionale dell’hamburger”, potrai pensarci l’anno dopo.

Un calendario editoriale è in costante aggiornamento

Il calendario editoriale dovrebbe essere un documento di lavoro da poter aggiornare costantemente durante l’anno. È utile anche nel caso in cui tu stia lavorando su progetti più grandi e abbia bisogno di pianificare il tuo tempo in maniera ancora più efficiente. 

Usa il calendario editoriale insieme ad un calendario giornaliero o ad una lista delle cose da fare. In questo modo, potrai pianificare la tua settimana in anticipo e controllare costantemente i tuoi progressi.

Se questo ti sembra esagerato, puoi anche creare un piano approssimativo, in modo da mantenere i tuoi contenuti coerenti e puntuali. È sempre meglio lasciare un po’ di flessibilità all’interno del calendario, così non verrai colto alla sprovvista in caso di un evento o una campagna inaspettati.

Tieni sempre a mente che un contenuto ben pianificato può aumentare il tuo traffico e puoi quindi considerarlo come un investimento: può garantirti, infatti, grandi risultati in termini di traffico.

Contenuti