Come gestire le critiche online

La gestione delle critiche rivolte al proprio sito e al relativo contenuto è una parte inevitabile dell’attività dell’affiliate marketer. Di seguito, ti spiegheremo come gestire i diversi tipi di critiche che potresti ricevere online e come trasformare i commenti negativi in una forza positiva per il tuo blog e il tuo business.

A nessuno piace essere criticato. Eppure, sia nella sfera privata che in quella professionale, è essenziale imparare a gestire le critiche. Per i nuovi arrivati nel settore dell’affiliate marketing, la gestione delle critiche degli utenti potrebbe rappresentare una prospettiva scoraggiante in quanto, per via dell’anonimato su Internet, il tono dei commenti postati sul proprio blog può rivelarsi inutilmente aggressivo o negativo.

Se ti sei appena affacciato al mondo dell’affiliate marketing, ti proponiamo alcuni suggerimenti sull’utilizzo dei social network nell’affiliate marketing, nonché un elenco di Cose da fare e cose da non fare per il tuo blog. In questo articolo, comunque, ti offriremo dei consigli su come rispondere al meglio a eventuali critiche rivolte al tuo operato in modo professionale e costruttivo, oltre a spiegarti come beneficiare dei commenti negativi postati da alcuni utenti.

Modi professionali per gestire i commenti negativi

Di predefinito i social media offrono ai tuoi utenti la possibilità di mettersi automaticamente in contatto con te. Per questo motivo hai il compito di assicurarti che il tuo sito web non sia soltanto una strada a senso unico in termini di comunicazione. L’interazione con i tuoi visitatori è un ottimo modo per avviare un dialogo mirato allo scambio di idee. Si tratta di un aspetto importante della costruzione di una comunità che, spesso, si traduce nella ricezione di suggerimenti utili da parte dei propri lettori. Tuttavia se si sceglie di includere una funzione di commento sul proprio sito web e di fornire ai visitatori le informazioni di contatto dei propri canali di comunicazione preferiti, si dovrà inevitabilmente far fronte alle critiche.

Le critiche oggettive sono generalmente apprezzabili in quanto possono aiutarti a migliorare il contenuto del tuo blog e, in definitiva, generare un aumento del traffico sul tuo sito web, il che si traduce in un incremento delle vendite e delle commissioni a te riservate. Tuttavia quanto più traffico attira il tuo sito web, tanto maggiore è la probabilità di far fronte a feedback negativi presentati sotto forma di critiche. Per introdurre al meglio l’argomento, diamo innanzitutto uno sguardo alle due categorie di critiche che potresti ricevere:

  1. Critiche utili e costruttive
  2. Critiche distruttive, offensive e denigratorie

Gestione delle critiche utili e costruttive

Indipendentemente dal fatto che, a prima vista, le critiche rivolte al proprio sito o servizio possano sembrare giustificabili o al contrario infondate, qualsiasi critica costruttiva o utile contenuta nei commenti degli utenti ha generalmente un fondamento logico. A meno che il soggetto interessato non sia offensivo nei tuoi confronti o nei confronti di altri, qualsiasi forma di critica costruttiva va presa sul serio. Dopo tutto, quando un visitatore si prende la briga di commentare un aspetto del tuo sito che ritiene sbagliato contribuisce al miglioramento dei tuoi contenuti e, in molti casi, offre preziose informazioni a te o ad altri utenti.

Pertanto occorre gestire qualsiasi comunicazione di questo tipo in modo tempestivo, consultando la persona interessata per ricevere ulteriori dettagli e ringraziandola per i commenti ricevuti. Generalmente una risposta puntuale affievolisce il senso di frustrazione o disagio e agevola la ricerca di una soluzione al problema. Inoltre, incrementa la fiducia degli utenti nei tuoi confronti e nei confronti del tuo sito.

Se hai modificato o alterato i tuoi contenuti in base alle critiche degli utenti, nella sezione dedicata ai commenti è possibile, per esempio, sottolineare che il commento dell’utente in questione è stato determinante per la riprogettazione o la revisione di una funzionalità nuova e migliorata. Tutto questo avrà un impatto positivo sulla costruzione della community e sulle interazioni future con i tuoi utenti.

Comprendendo l’importanza delle critiche utili per il miglioramento del tuo sito, inizierai a considerare i commenti negativi potenziali alleati e partner della tua community. Ultimo ma non meno importante, se qualcuno ti ha indirizzato una critica costruttiva significa che il tuo sito web o il tuo blog ha un certo valore per il soggetto in questione; infatti, se così non fosse, non si preoccuperebbe di dedicare un po’ del proprio tempo a scrivere un commento. Di seguito, sono riportati alcuni modi di pensiero generali su come migliorare le tue abilità di blogging.

Gestione delle critiche distruttive, offensive e denigratorie

D’altro canto, gli autori delle critiche distruttive e denigratorie sono spesso dei troll. I troll sono utenti della rete che sembrano non avere nulla di meglio da fare che criticare gli altri, senza risparmiare insulti personali. Naturalmente, puoi modificare le impostazioni del tuo sito web nel back-end per accertarti di leggere tutti i commenti prima che vengano pubblicati, il che ti consentirà di monitorare il comportamento e i commenti dei troll filtrandoli o, più semplicemente, eliminandoli. In molti casi, questo metodo si rivela efficace in quanto consente di evitare qualsiasi tipo di confronto.

Tuttavia, è anche possibile trarre vantaggio da eventuali commenti distruttivi e offensivi fornendo risposte argomentate in modo oggettivo e convincente. Così facendo, non solo proteggerai te e il tuo sito dalle critiche ma, il più delle volte, indurrai gli altri membri del tuo pubblico a venire in tua difesa, con un conseguente rafforzamento del legame tra te e i tuoi utenti e una maggiore probabilità di stabilire interazioni positive con i tuoi lettori in futuro.

Tuttavia la questione si complica ulteriormente quando i commenti offensivi o gli attacchi rivolti al tuo blog sono pubblicati su siti esterni. In tal caso, puoi provare a contattare direttamente l’operatore del sito web per chiedergli di rimuovere il contenuto in questione dalla sua pagina. Tieni presente che, nella migliore delle ipotesi, l’intera faccenda sarà stata già dimenticata prima che l’operatore di un sito web abbia la possibilità di risponderti e che il commento originale si perderà in poco tempo nella miriade di informazioni pubblicate su quel sito.

Ricorda: le critiche sono inevitabili.

Chiunque gestisca un sito web deve sempre aspettarsi di fare i conti con critiche sia costruttive sia offensive, spesso presentate in forma di commenti negativi. Se, tuttavia, le critiche oggettive o costruttive legate ad un articolo o alla recensione di un prodotto sono giustificate, possono essere addirittura auspicate in quanto permettono di sfruttare i punti sollevati per migliorare i propri contenuti. Il risultato? Un aumento del traffico sul proprio sito web. Se quest’ultima ipotesi dovesse effettivamente realizzarsi, potresti persino pensare di ringraziare l’autore originale della critica.

Anche i commenti distruttivi e denigratori possono offrirti l’opportunità di prendere le distanze dall’utente che li ha postati, oltre a consentirti di controbattere con argomenti persuasivi a favore della tesi contraria. Quando si è chiamati a rispondere a critiche inappropriate, occorre sempre attenersi ai fatti e non entrare troppo nel personale.
Ogni volta che ti ritrovi a gestire critiche e negatività, dovrai assicurarti che il tono delle tue risposte rimanga sempre professionale e rispettoso, così da incitare i visitatori del tuo sito web a fare lo stesso.

« »