Come curare i tuoi social media per aumentare il traffico del tuo blog di moda?

Dopo aver avviato un blog, arriva il momento in cui concentrarsi sulla ricerca di pubblico. Ma come ti distingui da una concorrenza così feroce? Grazie a piattaforme come Instagram, Twitter e Pinterest, i fashion blogger hanno la possibilità di caratterizzare i propri contenuti e raggiungere potenziali lettori. Scopri di più su cos’è la content curation e come iniziare.

Cos’è la content curation dei social media?

Quando si parla di social media, la content curation si riferisce alla ridefinizione dei contenuti dedicati ad un tema o argomento specifico. Selezionando e integrando con accuratezza materiali di terze parti nei tuoi contenuti, puoi creare una voce coerente e metterti in collegamento con il tuo pubblico più facilmente.

In quanto piattaforma di social media scelta per il tuo blog di moda, i tuoi lettori considerano ogni articolo o post che condividi un’estensione del tuo blog. Se i contenuti attirano il loro interesse, ci sono maggiori possibilità che condividano i tuoi post con i propri follower. In tal caso, vedrai nuovi e frequenti visitatori sul tuo sito. Si tratta di un investimento valido.

I 5 sistemi di cura dei contenuti dei social media

Ci sono diverse scuole di pensiero e possibilità relativamente alla cura dei contenuti. Scegli un sistema che più si addice a te e che sia adatto alla tua programmazione, in modo che sia più facile gestire i tuoi contenuti. Sarai meno propenso a interrompere queste operazioni.

1. Contenuto aggregato

Innanzitutto, lo stile di content curation più diretto: l’aggregazione. Questo termine significa semplicemente accumulare contenuti su una singola piattaforma, tutto con un tono e un argomento coerente. I canali di moda di Pinterest sono un ottimo esempio. La maggior parte dei blogger, che inizia a lavorare sui social media, adotta questo stile.

Potrai così generare un flusso di contenuti che rinforzi il tuo messaggio originale ripostando o condividendo. L’unico svantaggio è che talvolta può essere leggermente più difficile pianificare e si può apparire meno costanti agli occhi del pubblico.

2. Contenuto filtrato

Il sistema più simile all’aggregazione è la filtrazione, in cui si riducono le fonti da cui si condividono contenuti. I blogger di moda danno alle proprie piattaforme di social media un tocco di personalizzazione, selezionando con più attenzione i contenuti da postare. Di contro, questo aiuta a creare credibilità e autenticità, poiché il tuo pubblico sarà meno indotto a pensare che pubblichi qualsiasi cosa in cui ti imbatti.

3. Contenuto distillato

In questo sistema, la tua piattaforma di social media non solo diventa un modo per condividere notizie e aggiornamenti, ma anche riepiloghi di contenuti. Uno dei modi più diffusi è creare una storia Instagram su un argomento specifico. Sebbene si possa credere che sia al contrario, ad esempio come diventare un blogger su Instagram invece di utilizzare Instagram per supportare il tuo blog, si tratta in realtà di uno strumento di funneling efficace.

Gli strumenti come i link swipe-up garantiscono non solo che tuoi follower siano coinvolti dai tuoi contenuti, ma anche che siano indotti a visitare il tuo blog.

4. Contenuto misto

Se hai provato il contenuti distillato e lo trovi efficace, un modo semplice di portare la tua content curation al livello successivo è iniziare a miscelare i riepiloghi dei tuoi contenuti con altre risorse. Questo espediente crea un dibattito intorno ad un argomento. Un ottimo esempio è rappresentato dall’account Instagram, Diet Prada. Diet Prada spesso riepiloga controversie nel settore della moda, ma allo stesso tempo invita altre fonti a commentare e contribuire alle discussioni. Questo metodo ha consentito un rapido aumento del numero dei follower.

5. Contenuto cronologico

Lo stile di cura che fa maggiormente al caso dei fashion blogger è probabilmente la cronologia dei contenuti. La stagionalità della moda implica che il pubblico spesso guarda al futuro al fine di anticipare le tendenze, sebbene apprezzi le retrospettive. In qualità di fashion blogger, adottare un approccio attento al momento è un modo efficace per farsi seguire dai follower con i propri contenuti.

Può trattarsi anche di un semplice aggiornamento giornaliero dei post su Twitter o anche accettare contributi come i contenuti generati dagli utenti. Qualunque strada tu scelga, la cura cronologica è un modo eccellente per seguire, ad esempio, un trend globale da diverse prospettive.

Quali sono i vantaggi della content curation per i fashion blogger?

La content curation ha diversi vantaggi per i fashion blogger, in particolare sulle piattaforme di social media. Dedicare tempo e strategie a come presenti i contenuti ripaga in termini di traffico e potenziali profitti.

1. La cura dei contenuti consente di definire e riempire il calendario dei contenuti

Generare contenuti incredibili tutti i giorni sia per il tuo blog sia per i canali di social media pertinenti può essere un processo molto dispendioso in termini di tempo. Tuttavia, curando post da altre fonti, adatti sia per il tuo blog sia per gli interessi del tuo pubblico, puoi risparmiare tempo senza perdere l’engagement dei potenziali lettori.

Anche semplicemente sostituendo un terzo dei post dei social media con contenuti curati, avrai risparmiato 10 giorni di lavoro al mese. I tuoi lettori riusciranno ancora a identificarsi con la voce specifica dei tuoi canali di social media, a condizione che tu gestisca i contenuti curati con molta attenzione.

2. La content curation significa fare rete

Un problema diffuso per i fashion blogger è come rendere il proprio Instagram sufficientemente popolare da trarre benefici per il blog. Un modo efficiente è condividere i contenuti tra le piattaforme di social media. Questo mette in risalto il tuo profilo agli occhi di altri influencer e blogger. Con alcuni semplici accorgimenti, come hashtag di moda, Instagram può metterti in contatto con argomenti e un pubblico più ampio.

La regola d’oro è riportare e taggare sempre la fonte in modo corretto. Questo conferisce loro un riconoscimento per il proprio lavoro e fissa il tuo post sul loro account.

3. La cura scrupolosa crea maggiore consapevolezza del brand

Siamo nell’era degli influencer e non c’è momento migliore per trarre vantaggio dai social media per generare valore intorno al brand. Affermare una propria voce credibile nel campo della moda può essere semplice quanto condividere e promuovere con raziocinio altre attività.

Ad esempio, se il tuo blog di moda parla nello specifico di moda sostenibile, condividere notizie e informazioni sui problemi ambientali aumenta la tua credibilità in quanto fashionista attento all’ambiente. Una volta che il tuo pubblico ti percepirà come una fonte affidabile su un determinato argomento, la tua reputazione potrà solo giovarne e i tuoi follower si sentiranno più a proprio agio nel condividere i tuoi contenuti.

4. La cura mantiene vivi i contenuti

Nonostante sia importante mantenere un tono e una presenza oculata sui social media, mischiare un po’ le carte aiuta ancora molto. Pubblicare continuamente post solo su se stessi non ha molte probabilità di coinvolgere il pubblico, né di attrarre nuovi follower.

Un motivo diffuso per la perdita di follower è una sovrasaturazione dei contenuti sponsorizzati. Sebbene a volte dei suggerimenti possano essere percepiti come utili o, persino, preziosi, spammare i follower con contenuti promozionali è rischioso. Non solo il tuo pubblico inizierà a dubitare delle motivazioni dietro la scelta di pubblicizzare determinati prodotti, ma rischierai anche di creare una narrazione tediosa.

Includi anche i contenuti curati da altre fonti. Non solo eviterai la trappola dei contenuti troppo autoreferenziali, ma aggirerai il pericolo di dover riempire il canale con post a pagamento. Una programmazione più entusiasmante e variegata è una soluzione win-win per te e per il traffico del tuo sito.

Come si inizia con la content curation?

Iniziare a integrare la content curation nei tuoi canali di social media è più semplice di quanto tu creda. Innanzitutto, i fashion blogger e gli influencer hanno il vantaggio che la content curation è uno standard di settore. I contenuti di terze parti nel tuo feed non strideranno troppo alle orecchie dei tuoi follower.

Quindi, dai semplicemente uno sguardo al tuo calendario editoriale. Identifica una quantità di post adatta a te. L’ideale è mantenere una media di uno o due post a settimana, quindi non diluire troppo la pubblicazione di tuoi contenuti personali. Inoltre, è sempre possibile iniziare e poi correggere il tiro strada facendo. Ultimo, se sei a corto di ispirazione, rispolvera la tua lista delle idee. Gli account di moda che segui sono probabilmente ottime risorse e, a loro volta, seguiranno account interessanti e pertinenti.

Diamoci da fare! Inizia a integrare la content curation nella tua strategia per i social media già da oggi e goditi l’aumento di traffico che comporta.

« »