Affina le tue conoscenze: I migliori 23 marchi di moda che ogni blogger dovrebbe conoscere

Che tu voglia concentrarti sui marchi di alta moda da strada o sulle etichette indipendenti – o se stai solo cercando ispirazione in generale – è fondamentale familiarizzare con il mercato del design.

Per convincere i tuoi lettori delle tue conoscenze e del valore dei tuoi consigli, ci sono diversi marchi che non puoi perderti quando scrivi sul tuo blog di moda.

Per iniziare ecco quali sono i marchi di moda che ogni creatore di contenuti dovrebbe conoscere.

Nuovi arrivati con un nome: Marchi di moda indipendenti da ricordare

Vale sempre la pena conoscere i nomi chiave nella moda indipendente, poiché questi marchi spesso diventano popolari in brevissimo tempo. Presentarsi prima della svolta è un modo efficace per mettere alla prova il tuo coraggio nella moda e questi marchi sono ottimi esempi della strada che prenderanno i marchi di moda in futuro, dai materiali sostenibili ai metodi di produzione attenti al sociale.

1. Phaedra

top-fashion-brands-blogger-1

Con un nome derivato dalla mitologia greca, non c’è nulla di più indipendente di questa etichetta di Norwich. Amministrata da una dirigente donna, questo marchio trae ispirazione dalle tonalità agresti e naturali dell’Inghilterra rurale. Le silhouette proseguono il tema del minimalismo con linee e tagli semplici.

2. Isabel Knowles

top-fashion-brands-blogger-2

Isabel Knowles, con sede nel Devon, crea capi femminili ma classici, caratterizzati da cotone e colori sognanti. L’etichetta cresce rapidamente in termini di popolarità, perciò è sicuramente da tenere d’occhio.

3. Bug Clothing

top-fashion-brands-blogger-3

Originario di Londra Est, questo marchio ha sostenuto con efficacia la causa della sostenibilità con stile. Utilizzando tessuti naturali di stock inutilizzati, la capo stilista Amy Ward è un esempio da seguire in fatto di moda intelligente.

4. RAGTRADE

top-fashion-brands-blogger-4

Il lino e il Tencel sono due tra i tessuti più confortevoli e sostenibili disponibili. Tra i pilatri delle collezioni semplici ed eleganti di RAGTRADE troviamo anche Sammi Bennet e l’etichetta Brighton.

5. ELVDENIM

top-fashion-brands-blogger-5

La produzione del denim richiede incredibili quantità di acqua, E.L.V Denim è la via per godersi il denim senza rimorsi. I jeans vintage e i materiali riutilizzati vengono combinati per creare nuovi capi, cosicché il tuo prossimo paio di jeans non sia solo ecocompatibile, ma anche del tutto esclusivo.

6. Miss CROFTON

top-fashion-brands-blogger-6

I raffinati capi di Miss Crofton hanno l’aspetto e il comfort della lingerie di altre epoche, ma sono effettivamente fatti di materiali sostenibili in un monolocale di Londra. Utilizzando metodi di produzione su piccola scala e nuove tecniche di taglio, questa etichetta in ascesa garantisce una produzione di rifiuti minima e il massimo stile.

7. NEOSS LONDON

top-fashion-brands-blogger-7

Proseguendo la tendenza di lavorare con materiali di stock inutilizzati, Neoss London ricorre al neoprene e al velluto a coste sostenibili. Oltre a lavorare in modalità indipendente, il team di Neoss gestisce anche una piattaforma di design indipendente, inNEOSS.

8. ELLISS

top-fashion-brands-blogger-8

Questa etichetta ha iniziato dal basso, ma ora è presente in negozi come Selfridges. Con l’obiettivo di offrire abbigliamento a impatto ambientale minimo, ELLISS lavora con tessuti a base di canapa e bambù da coltivazioni etiche.

Resta street smart con i principali marchi di moda da strada

Sebbene ci sia una chiara sovrapposizione con le etichette indipendenti, la moda cosiddetta da strada comprende marchi di successo, ma che mantengono salde le proprie origini. Sapere cosa è di tendenza in entrambi i settori, quello classico e da strada, è fondamentale per comprendere la moda e il blogging di settore.

1. Alma de Ace

top-fashion-brands-blogger-9

Questa casa fondata nel Regno Unito è famosa per l’uso di materiali di alta qualità, ma sostenibili, provenienti dal Portogallo, con il fine di unire lo stile da strada con il minimalismo. Fondata da Sebastian Agace, Alma de Ace si traduce letteralmente come l’anima dell’unità e rappresenta due forze divergenti che si combinano per creare qualcosa di unico.

2. Ronning

top-fashion-brands-blogger-10

Lanciato nel 2018, il marchio di Magnus Ronning ha già lasciato la propria impronta sulla moda da strada. L’influenza scandinava è chiara nelle tonalità fredde e nelle linee pulite dell’etichetta. Ronning ha lanciato le nuove collezioni che, però, sono già sold-out in fase di preordine.

3. REMIX by ATIKA London

top-fashion-brands-blogger-11

ATIKA, la casa di uno dei più grandi negozi di vintage di Londra, ha un’ottima reputazione per l’acquisto di capi interessanti e alla moda. L’etichetta in-house, REMIX, rafforza questa tendenza producendo abbigliamento di alta qualità e lavorato con modalità sostenibili.

4. Lazy Oaf

top-fashion-brands-blogger-12

Nato in un piccolo chiosco di un mercato di strada, Lazy Oaf ha reso le stampe ardite e le linee eccentriche una caratteristica chiave della moda da strada di Londra. L’etichetta è ora un marchio internazionale della moda da strada e vanta oltre 250 rivenditori in tutto il mondo.

5. A-Cold-Wall*

top-fashion-brands-blogger-13

Con una particolare attenzione alle silhouette androgine e capi di alta qualità, questo marchio combina il top della moda da strada con il lusso dell’alta moda. A-Cold-Wall* è una scelta perfetta per chiunque sia alla ricerca di capi classici con un tocco di avanguardia.

6. B-Side By Walé

top-fashion-brands-blogger-14

Una delle etichette di moda da strada più rinomate nel Regno Unito, B-Side By Walé è nota per i colori coraggiosi e l’uso della grafica in stile graffiti. Il marchio è stato fondato dall’ex direttore creativo di New Era, Walé Adeyemi, e ne condivide lo stesso spirito elegante, ma sportivo.

7. VI BLVCK

top-fashion-brands-blogger-15

Si pronuncia “6 Black”, questo marchio di abbigliamento da strada mostra una chiara influenza hip-hop con magliette e felpe di taglia più grande. Sebbene sia stato lanciato solo nel 2016, le linee pulite, i tessuti di qualità e i prezzi abbordabili hanno reso VI BLVCK incredibilmente popolare.

8. Thames London

top-fashion-brands-blogger-16

Creata dalla skateboarder/artista Blondey McCoy, Thames London evidenzia l’influenza della cultura skate sulla moda di tutti i giorni. I giubbotti bomber e l’abbigliamento casual rappresentano la tela per schizzi e stampe, nonché collaborazioni con grandi nomi come Fred Perry e Damien Hirst.

Il rispetto per i grandi: I marchi di alta moda top da conoscere

I marchi di alta moda sono solitamente piuttosto noti sia tra gli aficionados di moda, sia tra i clienti di tutti i giorni. Tuttavia, è utile scoprire cosa distingue i marchi di lusso e comprendere cosa c’è dietro il loro successo. Dopo tutto, nessun lettore di fashion blog ti prenderà sul serio se non conosci la differenza tra Galliano e Gaultier.

1. Alexander McQueen

top-fashion-brands-blogger-17

L’eredità di Alexander McQueen continua e resta un marchio di casa per la moda targata UK. Nonostante sia nata solo nel 1992, l’etichetta di alta moda è nota per la moda d’avanguardia con un taglio moderno.

2. Christopher Kane

top-fashion-brands-blogger-18

Questo stilista scozzese si è laureato con successo al Central Saint Martins e ha vinto l’Harrods Design Award. Christopher Kane continua ad essere una voce di riferimento nella moda di lusso e i suoi capi sono stati indossati di recente sul red carpet del Met Gala.

3. Stella McCartney

top-fashion-brands-blogger-19

Un’icona almeno quanto suo padre, Stella McCartney è entrata in scena nel mondo della moda per la prima volta nel 2001. Da allora questa etichetta di lusso e la sua eleganza casual è diventata la scelta ovvia per celebrità del calibro di Kate Hudson e Gwyneth Paltrow.

4. CoCo VeVe

top-fashion-brands-blogger-20

Questo marchio di lusso contemporaneo è noto per l’uso deciso di stampe, molte delle quali create dalla capo stilista Ria in persona. CoCo VeVe promuove la moda sostenibile e lavora con produttori in-house e con numeri di produzione limitati.

5.  Temperley London

top-fashion-brands-blogger-21

Famosa negli ultimi anni quale marchio preferito dai reali più giovani, Temperley London è stata fondata nel 2000. Questa etichetta è nota per i suoi capi femminili e delicati, con un’enfasi su tessuti leggeri, traspirabili.

6. Oswald Boateng

top-fashion-brands-blogger-22

Ripensando il classico stile di sartoria Savile Row, Oswald Boateng ha guidato il settore della moda inglese verso un rinnovamento elegante, con un tocco moderno. Da un piccolo negozio londinese, Oswald Boateng è ora un marchio di alta moda di livello mondiale.

7. Paul Smith

top-fashion-brands-blogger-23

Con le iconiche strisce arcobaleno viste in numerosi dei suoi disegni, Paul Smith è un nome della moda del lusso dagli anni ’70. Sebbene l’etichetta sia nota per l’abbigliamento maschile, i colori e i tessuti dei suoi capi conferiscono alle sue collezioni più un gusto neutro nel genere.

Affinare le conoscenze e iniziare

Ovviamente nessuno si aspetta che una fashion blogger, specialmente se agli inizi – sia esperta di tutti gli stili. Tuttavia, anche solo lo sforzo di conoscere alcuni dei nomi più affermati e le etichette in ascesa, ti consente di scrivere sul tuo blog con un tono più sicuro e informativo. È sicuramente qualcosa che i tuoi lettori noteranno e apprezzeranno. Allora cosa stai aspettando? Se ti sembra troppo impegnativo, prova a considerare il tutto come shopping online con delle scadenze.

« »